Autunno in Val di Non: cosa fare tra Malosco, Fondo e Cles

L’Autunno in Val di Non ha il profumo del legno e il sapore dello strudel.
In questa alta valle della provincia di Trento, tra filari di mele e boschi di conifere, sorgono tanti piccoli paesini dal fascino antico e tra questi vi sono Malosco, Fondo e Cles.

Autumn in “Val di Non” has the scent of wood and the flavor of the strudel.
In this high valley of the province of Trento, among the rows of apples and coniferous forests, there are many small villages of ancient charm, among which are Malosco, Fund and Cles.

MALOSCO

MALOSCO_fontana
Piccolo Comune sorto sulla sponda sinistra del Rio Sass, Malosco, è un paesino caratterizzato da case rustiche, ma signorili. Non tutti lo sanno ma proprio quì, nel 1892, nacque Fortunato Depero, artista ed esponente di punta della corrente del Futurismo.
Partendo dall’Hotel Panorama , struttura alberghiera a gestione familiare dotata di spa, potrai avventurarti lungo i suoi vicoli stretti, ma molto caratteristici e, dopo aver ammirato scorci di suggestiva bellezza, tra cui la piazzetta con fontana vicina alla chiesa di S.Tecla del 1228, seguendo le numerose piste ciclabili, scorgerai l’imponente sagoma di “Castel Malosco”, antico maniero, ricostruito nel XVI secolo dal conte Gerolamo Guarienti, oggi in stato di abbandono. Proseguendo la passeggiata dal castello arriverai direttamente nel centro storico del paese di Fondo.

Small Town, built on the left bank of the Rio Sass, Malosco, is a village characterized by rustic but noble houses. Not everyone knows it but precisely here, in 1892, was born Fortunato Depero, an artist and exponent of the Futurist current. Starting from the Hotel Panorama, a family-run spa hotel, you will be able to venture along its narrow lanes and admire breathtaking views of the square with a fountain near the Church of S.Tecla of 1228, following the many bike paths, you will see the impressive “Castel Malosco” ancient manor, rebuilt in the sixteenth century by Count Gerolamo Guarienti, now in abandoned state. Continuing the walk from the castle you will arrive directly in the historic center of Fondo.

MALOSCO_panorama

FONDO

FONDO_bosco1
Capoluogo dell´Alta Val di Non, Fondo, paese nato nel 1516 per volere dell’imperatore Massimiliano I, merita una visita per la bellissima passeggiata nella gola del Rio Sass. Partendo dall‘ufficio turistico del paese, in via Roma 21, segui i cartelli che indicano il percorso che conduce al museo dell’acqua dal quale inizia questo meraviglioso itinerario immerso in un paesaggio di stalattiti, stalagmiti e cascate. Seguendo il corso del torrente entrerai nel bosco, incontrando lungo il cammino un vecchio mulino.

The capital of the “Alta Val di Non”, Fondo, a town born in 1516 by the will of Emperor Massimiliano I, is worth a visit for the beautiful walk in the gorge of Rio Sas. Starting from the tourist office in the country, in via Roma 21, follow the signs indicating the path leading to the water museum from which begins this wonderful journey immersed in a landscape of stalactites, stalagmites and waterfalls. Following the course will enter the creek in the woods, encountering along the way an old mill.

FONDO_RioSass1FONDO_RioSass3

 

Gli alberi lasceranno presto spazio alla roccia, che imponente si stringerà rendendo il sentiero ancora più suggestivo. Segui le passerelle nel canyon, supera la piccola cascata salendo la scala che la affianca e lasciati sbalordire dal panorama del lago Smeraldo. Risali verso il ristorante del lago, davanti a questo troverai una scala in legno che si inerpica sulla collina indicando la via per raggiungere l’orto botanico. Seguendola arriverai  in questa piccola oasi che raccoglie numerose piante alpine. Inoltre proprio da quì potrai seguire l’itinerario nel bosco, escursione adatta a tutte le età, che ti permetterà di immergerti nel silenzio della natura, di ammirare distese di muschio profumato, giochi di luce tra gli alberi, e magari di incontrare la volpe o il gallo cedrone.

 The trees will soon leave the space to the rock, which is tighten, making the path even more impressive. Follow the catwalks in the canyon, overcome the small waterfall by climbing the staircase beside it, and let yourself be amazed at the landscape of the Emerald Lake.Going to the lake restaurant, in front of this you will find a wooden staircase hanging on the hill pointing to the way to the botanical garden. Following it you will arrive at this small oasis that collects numerous alpine plants. Also here you can follow the itinerary in the forest, a hike suitable for all ages, which will allow you to immerse yourself in the silence of nature, to admire scattered musk expanses, light games between the trees, and perhaps to meet the fox the cedar rooster.

FONDO_RioSass4

FONDO_LagoSmeraldoFONDO_Bosco2

CLES

CLES2

Piccola gemma della Val di Non, Cles, ha origini antiche: il suo nome, infatti, deriva da Ecclesia, perché nell’Alto Medioevo vi era la prima e unica chiesa del territorio. Il paese, inoltre, fu governato da Bernardo Clesio, principe-vescovo di Trento e cardinale che promosse il Concilio di Trento del 1530. La sua dinastia abita ancora nel castello, affacciato sul lago di Santa Giustina, che è visibile dal punto panoramico, il “Doss di Pez”, raggiungibile con una breve passeggiata dalla piazza principale del paese verso il parco giochi. Altro edificio dalla storia suggestiva è il palazzo Assessorile nel centro di Cles: le stanze al piano terra e al primo piano ospitano mostre d’arte, mentre al secondo e terzo piano, tra variopinti affreschi, si nascondono storie di sangue e potere. Sono quelle dei carcerati che abitavano le piccole celle dal quale sono state ricavate le sale affrescate. Incisi nei muri troverete moltissimi messaggi, e disegni, dei prigionieri politici che in quelle piccole celle vissero, soffrirono e morirono.

CLES
Little gem of the Val di Non, Cles, has ancient origins: its name comes from Ecclesia, because in the Middle Ages there was the first and only church in the territory.The village was also governed by Bernardo Clesio, Prince Bishop of Trento and Cardinal who promoted the Council of Trento in 1530. His dynasty still lives in the castle, overlooking the lake of Santa Giustina, visible from the panoramic point, called the “Doss del Pez”,  reached by a short walk from the main square of the village to the playground. Another building from the particulary history is the “Palazzo Assessorile” in the center of Cles: the rooms on the ground floor and on the first floor host art exhibitions, while the ones on the second and third floors, among colorful frescoes, hide stories of blood and power. Are the ones of the prisoners who lived in the small cells from which the frescoed rooms were obtained. Incised in the walls you will find many messages, and drawings, of political prisoners who lived in those small cells, suffered and died.

CLES1
Volendo potrai concludere la visita in Val di Non ammirando l’eremo di San Romedio
If you want, you can finish the itinerary in Val di Non visit the hermitage of Saint Romedio

Annunci

Pubblicato da

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! ---------------------------------------------------------------------------------------------- Ciao, sono Sara, la creatrice di TripOrTrek. Il blog è nato dalla mia passione per i viaggi. Se vuoi conoscere il mio mondo, segui le mie avventure. ------------------------------------------------------------------------------------------------ I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2017 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

4 thoughts on “Autunno in Val di Non: cosa fare tra Malosco, Fondo e Cles

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...