Myanmar: Nord, Centro o Sud?

NORD
Remoto e selvaggio il Myanmar settentrionale è una delle zone meno esplorate del Paese.
Buona parte di questa regione, infatti, è ancora off limits per i turisti. Ci sono solo due itinerari percorribili dagli stranieri: il primo parte da Mandalay e raggiunge l’ex capitale estiva del periodo coloniale, Pyin Oo Lwin Maymyo, per poi attraversare i monti Shan e arrivare ai villaggi dell’etnia palaung. Il secondo itinerario, invece, risale il corso del fiume Irrawaddy passando per Katha dove lo scrittore George Orwell ambientò il romanzo “Giorni in Birmania”.  Scegliendo di visitare il Nord del paese potrete ammirare le mestose montagne che si uniscono all’Himalaya. Mandalay: capitale cultrale del Myanmar è circondata da colline dove sorgono templi e il sito di quello che doveva essere lo stupa più grande del mondo. 

Remote and wild, northern Myanmar is one of the least explored areas of the country. Large parts of this Region, in fact, is off-limits for tourist. There are two itineraries allowed for the strangers: the first start from Mandalay and arrive in the ancient capital of colonial period, Pyin Oo Lwin Maymyo, then pass the Shan mountains to arrive at the villages of Palaung’s ethnicity. The second route, however, follow the course of the Irrawaddy river passing through Katha where the writer George Orwell set his “Days novel in Burma”. Choosing to visit the north of the country you can see the mountains that join the Himalayas. Mandalay: cultural capital of Myanmar is surrounded by hills where there are temples and the site of what was to be the largest stupa in the world.

 

Mandalay
Foto da Internet 

 

CENTRO
L’area più visitata di tutto il paese, casa dell’etnia bamar, accoglie tre capitali: Bagan, Pyay e Taungoo, oltre all’attuale Naypyidaw. La più famosa di tutte è Bagan con i suoi stupa risalenti al XII secolo dalla cima dei quali i turisti ammirano sia l’alba che il tramonto. Intorno a Bagan si estendono verdi risaie e ampie pianure ondulate, mentre sullo sfondo potrete ammirare i monti Shan a est e il fiume Irrawaddy a ovest.

The most visited area of the entire country, home of bamar ethnicity, welcomes three capitals: Bagan, Taungoo, and Pyay, in addition to the current Naypyidaw. The most famous of all is Bagan with its stupa dating from the twelfth century from the top of which tourists can admire the sunrise and the sunset. Around Bagan, there are green paddy fields and extensive rolling plains, while in the background you can admire the Shan mountains to the east and the Irrawaddy River to the west.

 

Bagan
Foto da internet 

 

CENTRO OCCIDENTALE
Gli stati centro occidentali sono ancora poco frequentati dai turisti. I visitatori infatti si fermano nelle spiagge di Ngapali Beach lambite dalle acque cristalline del golfo del Bengala. Solo alcuni turisti avventurosi si spingono sino a Mrauk U antica capitale rakhine e sito archeologico pieno di templi o verso lo Stato Chin, non collegato con infrastrutture, ma ricco di foreste e montagne.

The states located in the central-western area of the country aren’t much frequented by tourists. Visitors, in fact, stop on the beaches of Ngapali Beach, lapped by the clear waters of the Bay of Bengal. Only a few adventurous tourists push up to Mrauk U, Rakhine capital and ancient archaeological site rich in temples, or to the Chin State, not connected with infrastructure, but rich in forests and mountains.

 

ngapali_beach
Foto da internet 

 

CENTRO ORIENTALE
L’area centro orientale del paese ospita il famoso lago Inle, con i suoi villaggi galleggianti, la grotta della Shwe Go Min Pagoda con i suoi 8mila buddha dorati a Pindaya, i villaggi delle tribù delle colline a Kyaingtong. E’ una meta ideale per i visitatori che vogliono una vacanza all’insegna dell’avventura e della natura.

The central eastern area of the country hosting the famous Inle Lake with its floating villages, the cave of Go Min Shwe Pagoda with its golden buddhas in Pindaya 8 thousand and the villages of the hill tribes in Kyaingtong. It ‘an ideal destination for visitors who want a holiday that unites adventure, culture, and nature.

 

ShweoominPagoda
Foto da internet 

 

YANGON La città più grande ed importante del paese è il punto d’arrivo di ogni turista che inizia a visitare il Myanmar. Fra architetture coloniali, che risalgono ai tempi della dominazione inglese, mercati, e stretti vicoli, si erge imponente il suo più noto monumento buddhista: la Shwedagon Paya, sacro stupa e punto d’arrivo dei pellegrinaggi di molti buddhisti.

The largest and most important city in the country is the arrival point for every tourist who begins to visit Myanmar. Among colonial architectures, dating to the times of British rule, markets, and narrow alleys there is the most famous Buddhist monument of the city: the Shwedagon Paya, the sacred stupa, place of the pilgrimage of many Buddhists.

 

Yangon
Foto da internet 

 

SUD
Quasi del tutto inesplorato il sud del Paese è un luogo dove terra, mare e cielo si incontrano in un territorio dalla bellezza selvaggia e intatta. L’attrattiva indiscussa è la Golden Rock, il monte Kyaiktiyo, con il masso dorato sospeso nel vuoto. Altro luogo d’interesse è Mawlamyine con la sua cultura mon e i suoi templi, e se volete visitare un paradiso terreno la strada per arrivare alla 800 isole dell’arcipelago Myeik sarà lunga, ma ne varrà la pena per scoprire uno degli ultimi angoli incontaminati d’Asia.

Almost entirely unexplored the south of the country is a place where land, sea and sky meet in a region by the wild beauty. The undisputed highlight is the Golden Rock, Mount Kyaiktiyo, with the rock suspended in the void. Another place of interest is Mawlamyine with its mon culture and its temples, and if you want to visit a paradise on earth, the road to get to the 800 islands of Myeik will be long, but it will be worth it, for discover one of the last unspoiled corners of Asia.

 

Golden-Rock-Myanmar
Foto da internet 

 

 

Myanmar islands
Foto da internet 

 

Mail: triportrek@gmail.com

Annunci

Pubblicato da

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! ---------------------------------------------------------------------------------------------- Ciao, sono Sara, la creatrice di TripOrTrek. Il blog è nato dalla mia passione per i viaggi. Se vuoi conoscere il mio mondo, segui le mie avventure. ------------------------------------------------------------------------------------------------ I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2017 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

7 thoughts on “Myanmar: Nord, Centro o Sud?

    1. Grazie Sara queste sono solo le premesse, non vedo l’ora di visitare il Myanmar 😊 nei prossimi articoli, infatti, proseguiro’ il racconto con altre informazioni utili per organizzare il viaggio in questo paese 😊

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...