Lago di Garda: fra alberi di limone e antichi borghi- Garda Lake: trip between lemon trees and ancient villages

ITINERARIO: Tremosine- Limone Sul Garda
Parte 2: Limone Sul Garda

Conosci tu la terra dove fioriscono i limoni,
gli aranci dorati rilucono fra le foglie scure,
una mite brezza spira dal cielo azzurro,
il mirto immoto resta e alto si erge l’alloro,
La conosci tu, forse ?
Laggiù, laggiù
Con te, amore mio, io vorrei andare.
Conosci tu la casa ? Il tetto riposa su alte colonne,
risplende la sala, la stanza riluce,
e si ergono statue di marmo che mi guardano:
Che cosa ti hanno fatto, povera bambina ?
La conosci tu forse ?
Laggiù, laggiù
Con te, mio difensore, io vorrei andare.
Conosci tu la montagna e il suo sentiero fra le nuvole ?
Il mulo cerca il suo cammino nella nebbia;
Nelle grotte vive la stirpe antica dei draghi;
Si sgretola la rupe e su di essa si chiudono i flutti,
La conosci tu, forse ?
Laggiù, laggiù
E’ il nostro cammino; andiamo, padre mio!

Con questa poesia lo scrittore e poeta Johann Wolfgang Goethe descriveva la seconda meta del nostro itinerario alla scoperta delle sponde bresciane del Lago di Garda: il paese di Limone.

With this poem, the writer and poet Johann Wolfgang Goethe described the second leg of our journey to discover the Brescia side of Garda Lake: the town of Limone.

LimoneGarda20TripOrTrek

La leggenda: Si racconta che dall’amore del dio Benaco e della ninfa Fillide nacquero due gemelli, Grineo e Limone. Nelle intenzioni del padre, il primo avrebbe dovuto dedicarsi alla pesca, il secondo all’agricoltura, ma i due, fin dall’adolescenza, preferirono la caccia lungo le pendici del monte Baldo, dove Limone un giorno venne aggredito ed ucciso da un cinghiale. Fillide, disperata, ricorse supplicante al marito perché facesse ritornare in vita il figlio: così gli somministrò un infuso preparato con misteriosi fiori celesti e il prodigio si compì. Obbedendo prontamente, Limone si stabilì allora proprio di fronte al Baldo, in una dolce insenatura riparata dai venti, curando la coltivazione del frutto che da lui prese il nome.

The Legend: The story goes that, from the love between the god Benaco and the nymph Phyllis, were born the twins, Grineo and Lemon.
For the intentions of father, the first would have to devote themselves to fishing, the second to the agriculture, but, since adolescence, the two have preferred hunting along the slopes of Mount Baldo, where one day, Limone was attacked and killed by a boar. Phyllis, desperately begged her husband for bring back to life Lemon: so Benaco has prepared an infusion with mysterious blue flowers and the miracle was accomplished.
Obeying promptly to his father, Limone became a farmer and he went to live in front of Baldo mountain, in a lovely inlet sheltered from the winds, where he started the cultivation of the fruit that bears his name.

LimoneGarda8TripOrTrek

LimoneGarda9TripOrTrek LimoneGarda10TripOrTrek

La storia: Il nome della cittadina deriva dal latino “Limen” ovvero confine, ma lo si abbina anche all’agrume: il limone. Le prime notizie storiche sui popoli del Benaco (antico nome del Lago) risalgono all’epoca neolitica (nella vicina Valle di Ledro si possono osservare ancora oggi testimonianze preistoriche di palafitte risalenti all’età del bronzo). Risale al 600 a.C. l’insediamento nella zona delle popolazioni celtiche dei Galli Cenomani, sottomessi nel 2° secolo a.C. ai Romani. In seguito gli avvenimenti storici di Limone rispecchiano la Storia delle grandi Comunità del Nord Italia: dai Longobardi, alla venuta di Carlo Magno, alla Repubblica Veneziana, all’Impero Austro-Ungarico, all’Italia Risorgimentale, alle vicende delle Guerre Mondiali, fino all’avvento della Repubblica Italiana. Determinante per lo sviluppo socio-economico e culturale di Limone, fu il dominio della Repubblica di Venezia a partire dalla prima metà del 15° secolo d.C.. Grazie alla capacità amministrativa ed all’intraprendenza commerciale che caratterizzava la politica della Serenissima, Limone passò da una semplice economia rurale legata alla coltivazione di olivi e alla pesca, ad altre forme di attività.

History: The town’s name comes from the Latin “Limen”, which means border, but it also matches l’agrume: lemon. The first historical information on the peoples of Benaco (ancient name of the lake) date back to the Neolithic. It dates back to 600 BC the settlement in the area of the Celtic people of the Gauls Cenomani,that were subdued, in the 2nd century BC, by the Romans.
Crucial for the town of Lemon was the domain of the Republic of Venice from the first half of the 15th century AD. With the administrative capacity and commercial initiative that characterized the policy of the Serenissima, Lemon moved from a simple rural economy linked to the cultivation of olive trees and fishing, to other forms of activity.

LimoneGarda5TripOrTrek

LimoneGarda1TripOrTrek

Girovagando per il borgo fermatevi alla Limonaia del Castél. Il biglietto d’ingresso costa 2 euro, e qui, fra gli alberi di limone, conoscerete la storia che ha reso il paese famoso in tutto il mondo.
Nel XIII secolo i frati del convento di san Francesco di Gargnano introdussero i limoni sul Garda dalla riviera genovese e così, a Limone, si iniziarono a costruire le prime limonaie con muraglie, pilastri, scale, e travi su cui, dal mese di novembre a marzo, si fissavano assi e vetrate per proteggere le piante dal freddo dell’inverno. Situata nel centro storico la Limonaia del Castel si estende su più terrazzamenti per una superficie totale di 1633 mq.
La sua costruzione risale al primo Settecento e divenne di proprietà del Comune nel 1995. Oggi vi sono coltivate una cinquantina di piante di agrumi fra cui limoni, arance, cedri, chinotti, pompelmi, mandarini e mandaranci. Nell’ingresso della limonaia c’è anche una piccola boutique dove è possibile acquistare il liquore limoncello, piante di agrumi e altri prodotti a base di Limone. Inoltre in paese ci sono numerosi negozi che vendono profumati saponi fatti con i limoni del Garda.

Wandering through the village, stop at the “Limonaia del Castel”. The ticket costs 2 Euros, and here, among the lemon trees,you will know the history that made the town famous all over the world. In the thirteenth century the monks of St. Francis of Gargnano introduced lemons on Garda from the coast of Genoa, and so, in Limone, people began to build the first lemon houses with walls, pillars, staircases, beams on which, from November to March, they put planks and windows to protect plants from the cold of winter.
Located in the heart of town the limonaia Castel extends over several terraces with a total area of 1,633 square meters. Its construction dates back to the early eighteenth century and became the property of the City in 1995. Today there are about fifty grown citrus trees including lemons, oranges, limes, bitter oranges, grapefruits, tangerines and clementines. In the entrance of limonaia there is a small boutique where you can buy the liquor “limoncello”, citrus and other products made from lemon. Also in the village there are several shops selling scented soaps made with lemons of Garda.

LimoneGarda11TripOrTrek LimoneGarda13TripOrTrek LimoneGarda14TripOrTrek

LimoneGarda16TripOrTrek LimoneGarda17TripOrTrek LimoneGarda18TripOrTrek

LimoneGarda19TripOrTrek

Il turismo, infatti, è una delle principali attività economiche del paese di Limone e lo testimonia il piccolo ma ben tenuto museo del Turismo nel centro del paese. L’entrata è gratis e all’interno potrete ammirare locandine, cartoline, fotografie dai primi anni del 1900 sino ai giorni nostri. Sarà un tuffo nel passato e nella storia della “dolce vita” di chi trascorreva le vacanze in questo splendido angolo di paradiso affacciato sul lago di garda.

Tourism, in fact, is one of the main economic activities of the village of Limone as evidenced by the objects contained in the small but well-kept museum of tourism in the town center.
Entrance is free and inside you can see posters, postcards, photographs from the early 1900s to the present day. It will be a blast from the past and in the history of the “dolce vita” of those who spent their holidays in this beautiful corner of paradise overlooking Garda Lake.

LimoneGarda21TripOrTrekLimoneGarda6TripOrTrek

Sara

Se vi piace il nostro lavoro e volete aiutarci a migliorare il blog, supportateci con una donazione:

If you like our work and want to help us to improve the blog support us with a donation:

https://www.paypal.me/SaraPanizzon

Annunci

Posted by

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! ---------------------------------------------------------------------------------------------- Ciao, sono Sara, la creatrice di TripOrTrek. Il blog è nato dalla mia passione per i viaggi. Se vuoi conoscere il mio mondo, segui le mie avventure. ------------------------------------------------------------------------------------------------ I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2018 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

19 thoughts on “Lago di Garda: fra alberi di limone e antichi borghi- Garda Lake: trip between lemon trees and ancient villages

    1. thank you 🙂 yes the town of Limone it’s very special: the landscape looks like the Sorrento Coast and, because of its climate is the only place, in the North of Italy, where is possible to cultivate lemon trees. If you visit that place i recommend you to taste the liquor “Limoncello” 😉

    1. Thank to you for visiting TripOrTrek 🙂 the “limoncello” isn’t the only typical product of Limone sul Garda, visiting the town you could find perfumed lemon’s soaps.:D by Sara

  1. The Italian lakes are so beautiful. I have visited areas surrounding Como and Maggiore, but drove up and over Garda. It, too, looks like it must be seen. Thanks for visiting and following my blog! It looks as though I might be able to use yours to brush up on my very rusty Italian!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.