“Bettie Page: The Original Pin Up” in mostra a Bologna

A Bologna rivive il mito di Bettie Page. In Bologna relives the myth of Bettie Page.

Mostra_Bologna

C’è tempo sino al 29 settembre per visitare, nella galleria Ono Arte,  la mostra dedicata alla leggendaria icona delle Pin Up. L’esposizione raccoglie 55 scatti inediti, provenienti dalla collezione di Michael Fornitz insieme a materiale personale della Page, che raccontano la vita della modella americana che rivoluzionò la fotografia erotica.

There is time until 29 September to visit, in the gallery Ono Art, the exhibition dedicated to the legendary icon of Pin Up.
The exhibition brings together 55 unpublished photos, from the collection of Michael Fornitz with personal material of Page, which tell the life of the American model that revolutionized erotic photography.
Nacque nel 1923 a Nashville e, dopo essersi laureata in arte e sposata in giovane età con un fidanzatino del liceo che lasciò dopo pochi anni, si trasferì a New York. La sua carriera di modella iniziò quando, nel 1950,  il fotografo Jerry Tibbs la notò mentre passeggiava sulla spiaggia di Coney Island. Fu proprio Tibbs a realizzare il suo primo book fotografico e a suggerirle di tagliarsi la frangetta che poi divenne il suo tratto distintivo. Da quel momento la carriera di Bettie decollò ed iniziò a frequentare i “Camera Club” ovvero i salotti fotografici dove si realizzavano scatti di nudo artistico. Grazie alla sua disinibizione Bettie Page conquistò in breve tempo la fama lavorando con fotografi come come Cass Carr e uscendo su riviste come Wink, Titter, Eyefull e Beauty Parade.

Betty was born in 1923 in Nashville and, after graduating in art and after marrying a high school boyfriend who left after a few years, she moved to New York. Her modeling career began when, in 1950, the photographer Jerry Tibbs have noticed her while walked on the beach at Coney Island.
Tibbs made her first photo book and suggested to cut the bangs that became her distinctive feature. From that moment Bettie’s career took off: she began to attending the “Club Room” where were realized photos of nude art.
Thanks to its disinhibition Bettie Page gained fame in a short time and started to working with photographers such as Cass Carr and out of magazines such as Wink, Titter,  Beauty Parade and Eyefull.

Nel 1952 incontrò il fotografo  Irvin Klaw con il quale realizzò una serie di fotografie con tematiche pin-up e BDSM da vendere per corrispondenza. Immagini che la consacrarono come la più famosa modella bondage della storia. In seguito, oltre alle fotografie, si diede al cinema dove recitò in alcune pellicole in cui compariva con tacchi alti e guêpière. Fra i suoi servizi fotografici più famosi si annoverano il “Jungle Bettie”, in cui posava in uno zoo safari con numerosi animali esotici, e la copertina come coniglietta della rivista Playboy nel 1955. In occasione del finissage della mostra, il 29 settembre, ci sarà un live acustico di Olly Riva & The SoulRockets, in collaborazione con MOSCOT e Velvet Lenses.

In 1952 she met the photographer Irving Klaw with which her carried out a series of photographs with themes pin-up and BDSM for sale by mail order.
Later, in addition to photographs, she starred in films with high heels and corsets.
Among her most famous photo shoots there are the “Jungle Bettie”, and the cover of the magazine Playboy bunny as in 1955. At the closing day of the exhibition, on September 29, there will be a live acoustic Olly Riva & The SoulRockets in collaboration with MOSCOT and Velvet Lenses.

Galleria ONO ARTE: via Santa Margherita 10 Bologna
ORARI
martedì – giovedì 10 – 13 e 15 – 19.30
venerdì e sabato 10 – 13 e 15 – 20.30
Domenica e Lunedì chiuso
Ingresso gratuito.

Annunci

Pubblicato da

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2017 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...