L’alba in malga fra le cascate della Val Genova

ITINERARIO : VAL GENOVA; VAL RENDENA

A pochi passi dalla mondana Madonna di Campiglio esiste un luogo dove convivono impetuose cascate, vorticosi giochi d’acqua e limpidi torrenti alpini: la Val GenovaPorta d’ingresso al regno dei ghiacciai del Presanella e dell’Adamello sin dall’Ottocento il suo paesaggio, aspro e selvaggio, modellato dalla potente azione dei ghiacci e del torrente Sarca, ha affascinato esploratori come l’inglese Douglas William Freshfield che la definì la “Versailles d’Italia”.

Dawn in “malga” among the waterfalls of Val Genova
Not far from Madonna di Campiglio there is a place rich of impetuous waterfalls and mountain streams: the Val Genova. The entrance to the kingdom of the glaciers of the Presanella and Adamello since the nineteenth century, with its scenery molded by the powerful action of the ice and the river Sarca, has fascinated explorers like the Englishman Douglas Freshfield who called it the “Versailles of Italy”.

Val_GenovaValGenova_malga_panorama

L’origine del suo nome, invece, è ancora avvolta nel mistero: secondo alcune leggende potrebbe derivare dalla parola latina “genus” ginocchio per la sua forma ad uncino, altre credenze popolari sostengono che derivi da “janua” ovvero porta fra il mondo conosciuto della Val Rendena e quello sconosciuto dei boschi, infine, in alcuni documenti del 1200, viene nominata come “zenua” che in lingua locale significa territorio ricco d’acqua. Posta a monte dell’abitato di Carisolo la Val Genova, lunga 22 km, è un paradiso della biodiversità popolato da diverse specie di fauna e costellato da boschi di faggi, larici secolari e abeti che affondano le loro radici nella tonalite, una roccia magmatica impermeabile che consente all’acqua di scorrere formando così i numerosi ruscelli che la percorrono.

The origin of its name is still shrouded in mystery: according to some legends may derive from the Latin word, “genus”, knee because of its shape like a hook, other popular beliefs maintain that it comes from “Janua” or door between the known world of the Val Rendena and the unknown woods. In some documents of 1200, it is named as “zenua” which in local language means land full of water.
Upstream of the town of Carisolo the Val Genova, 22 km long, is a paradise of biodiversity populated by different species of fauna and studded with forests of beech, fir and larch trees that are rooted in tonalite, a magmatic rock that allowing water to flow forming thus the numerous streams that run in the valley.

Val_Genova2_PANIZZON

Nessun paese turba la sua quiete e l’uomo è solo in visita poiché le poche malghe che si incontrano sono abitate durante il periodo estivo. Proprio per le sue peculiarità morfologiche è divenuta uno dei simboli del Parco naturale Adamello-Brenta e, in quanto ambiente protetto, è interdetta al traffico e servita da bus navetta che partono dai paesi limitrofi e si inoltrano sino alla Piana di Bedole dove iniziano gli itinerari in alta quota per i ghiacciai del Presanella. La si può visitare anche a piedi o in bicicletta, seguendo il “Sentiero delle Cascate”: le più famose da ammirare sono quelle del Nardis, fra le più alte del Trentino, che si gettano dalle rocce granitiche in uno spettacolare tuffo di 130 metri.

 No country disturbs the quiet of the valley and the man is just visiting because the few houses that are encountered are inhabited during the summer.
Because of its morphological characteristics it has become a symbol of the Adamello-Brenta Park and, as a protected environment, is closed to traffic and served by shuttle buses that depart from the neighboring countries and meander up to the Plain of Bedole where start the itineraries at high altitude to the glaciers of the Presanella. You can cross the valley on foot or by bicycle (www.visittrentino.it/it/cosa_fare/sport/dettagli/dett/val-di-genova-mtb), following the “Path of the Falls”: the most famous falls are those of Nardis, among the highest in the Trentino, which flow from the granite rocks in a spectacular dive of 130 meters.

Cascate_Nardis

cascate_Pedruc

Visitandola le famiglie potranno provare l’esperienza di “Alba in Malga” iniziativa che dal 4 luglio al 12 settembre, ogni fine settimana, permette non solo di assistere alla nascita di un nuovo giorno, ma anche di conoscere un mondo antico fatto di riti antichi dettati dall’alternanza delle stagioni: quello del malgaro. In Trentino, infatti, sono più di 400 le malghe in attività nei mesi estivi, 170 producono circa 70 mila quintali all’anno di latte, e di queste 96 lo trasformano in prodotti caseari. Malga Caret, a 1418 metri in Val Genova, è stata presa in gestione da Laura ed Enrico, 30 e 25 anni, che allevano 90 capre da latte, insegnano ai bambini a mungerle e producono formaggi freschi e stagionati di due mesi.

Visiting the Val Genova the families will have the possibility to try the experience of “Sunrise at Malga” initiative which, in the summer, every weekend, allows not only to witness the birth of a new day, but also to learn about the ancient world of the herdsman (www.visittrentino.it/albeinmalga). In Trentino, in fact, are more than 400 the alpine pastures actives in the summer months, 170 produce about 70,000 tons of milk a year, and of these 96 produce cheeses.
The Caret Malga, 1418 meters in Val Genova, it was taken over by Laura and Enrico, who have 90 milk goats and produce fresh and aged cheeses.

allevamento_capre2C

capretteC

I loro prodotti, insieme a speck, miele, marmellate e latte fresco,vengono serviti nell’abbondante colazione proposta dal vicino Rifugio Stella Alpina e nel menu dello storico Rifugio Bedole di proprietà della famiglia Collini: “Mio nonno Mello nacque quì nel 1890- racconta il nipote Adamello Collini- ed in tempo di guerra dava ospitalità ai fuggitivi per questo venne catturato nel 1944 e deportato nel campo di sterminio di Mauthausen dove morì nel 1945”.

Their products, along with bacon, honey, jams and fresh milk, are served in the abundant breakfast given by near Edelweiss Hut and also in the menu of Refuge Bedole owned by the Collini family: “My grandfather Mello was born here in 1890- says grandson Adamello Collini- and in wartime gave shelter to fugitives for this reason he was captured in 1944 and deported to the death camp of Mauthausen where he died in 1945 “.

Val_Genova_Colazione_PANIZZON

Rifugio_Bedole

geopark

Maggiori dettagli sulla storia e le meraviglie geologiche della Val Genova si possono scoprire nella Casa Parco “GeoPark”  a Carisolo.  Fra la fauna caratteristica del luogo vi sono le trote marmorate ed i salmerini del Sarca, che non solo si possono pescare (www.trentinofishing.it/lang/IT/homepage) , ma anche degustare, insieme ad un bicchiere di vino Nosiola, in ristoranti come il Mildas a Giustino. Seguendo il flusso del torrente dalla Val Genova si scende in Val Rendena, terra bucolica e accogliente, che offre al turista innumerevoli possibilità di svago all’aria aperta. Soggiornando in agriturismi, come Casa al Campo a Giustino, i più sportivi potranno intraprendere numerosi itinerari seguendo le piste ciclo- pedonali  che passano per Pinzolo.

More details on the history and geologic wonders of the Genova Valley can be discovered in the House Park “Geopark” in Carisolo (www.parks.it/parco.adamello.brenta/cen_dettaglio.php?id=715).
Among the fauna of the place there are the trout of the Sarca, that not only you can fish (www.trentinofishing.it/lang/IT/homepage), but also taste, along with a glass of wine Nosiola, in restaurants as the Mildas in Giustino.
Following the flow of the river from Val Genova we arrived to Val Rendena, bucolic and welcoming land, which offers tourists countless opportunities for outdoor recreation. Staying in cottages, as the “Casa al Campo” in Giustino, sports enthusiasts can follow the cycle pedestrian route that crossing the village of Pinzolo (www.visittrentino.it/it/servizi_multimedia/piste-ciclabili/pista-ciclabile-val-rendena) .

Ristorante_mildas

bibi_pedalata_assistitaC

agriturismo_casaAlCampoC

chiesa_PinzoloC

Pinzolo_Chiesa_SantoStefano

Da provare le bici a pedalata assistita utili per coloro che, senza fare troppa fatica, desiderano godersi il paesaggio e le sue bellezze come la chiesa di Santo Stefano, a Pinzolo, famosa per gli affreschi di Simone Baschenis, già autore della “Danza Macabra” dipinta nel 1539 nella vicina chiesa di San Vigilio. Infine gli amanti del benessere potranno rilassarsi sperimentando i trattamenti proposti a Caderzone Terme (www.fontevalrendena.it) e vivere appieno la genuinità del territorio assaporando i piatti serviti in agriturismi, come Baite di Prà in Val di Borzago, che caratterizzano questo angolo incontaminato di Trentino.

If you have the possibility try the bicycle with pedal assistance useful for those looking to enjoy the landscape and its beauties as the church of St. Stephen, in Pinzolo, famous for its frescoes by Simone Baschenis, author of the “Dance of Death” painted in 1539 in the nearby church of San Vigilio.
Lastly wellness lovers can relax experiencing the treatments proposed in Caderzone (www.fontevalrendena.it) and fully enjoy the authenticity of the territory, savoring dishes served in cottages as Baite di Pra in Val Borzago, characterizing this pristine corner of Trentino.

Caderzone_termeC

baiteDiPràC

baitediPrà2C

pranzo_baiteDiPrà

Sara

Copyright ©TripOrTrek. All rights reserved.

Annunci

Pubblicato da

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! ---------------------------------------------------------------------------------------------- Ciao, sono Sara, la creatrice di TripOrTrek. Il blog è nato dalla mia passione per i viaggi. Se vuoi conoscere il mio mondo, segui le mie avventure. ------------------------------------------------------------------------------------------------ I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2017 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

3 thoughts on “L’alba in malga fra le cascate della Val Genova

    1. Ciao Patrizia, ti ringrazio molto. La Val Genova ed i suoi dintorni si sono rivelati davvero una piacevole sorpresa. Sono luoghi incantevoli dove trascorrere intere giornate a contatto con la natura e le tradizioni più autentiche del Trentino 😀
      Un abbraccio. Sara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...