Andata e Ricordo

“C’è un solo viaggio possibile: quello che facciamo nel nostro mondo interiore. Tutto quello che siamo lo portiamo con noi nel viaggio” Andrej Tarkovskij.

25620938_mostre-imperdibili-viaggiatori-viaggi-artisti-souvenir-al-mart-di-rovereto-14

C’era una volta il Grand Tour, lungo viaggio effettuato dai nobili del XVII secolo per apprendere la storia, la politica, l’arte e i costumi dei paesi europei. Un’idea romantica di viaggio in cui i giovani esploratori visitavano Roma e l’Italia per acquistare oggetti e studiare i cambiamenti socio-politici succedutisi nel corso delle varie epoche. Oggi c’è la vacanza mordi e fuggi in cui il tempo è denaro ed il viaggiatore è troppo spesso distratto dalle applicazioni tecnologiche o dalla frenesia della quotidianità per soffermarsi ad ammirare i luoghi in cui si reca in vacanza. L’Evoluzione della specie ci ha portato a muoverci in modo sempre più veloce e del Grand Tour non è rimasta che un’idea romantica rievocata in alcune opere artistiche e letterarie. La domanda che possiamo porci è: come è cambiato il nostro modo di viaggiare? La risposta si trova fino all ’8 settembre al Mart di Rovereto dove è in corso la mostra “Andata e ricordo. Souvenir de Voyage”. Charles Baudelaire scriveva: “Ma i veri viaggiatori partono per partire;/ cuori leggeri, s’allontanano come palloni; al loro destino mai cercano di sfuggire, / e senza sapere perché, sempre dicono : Andiamo!”. Questi versi introducono l’idea cardine della mostra che invita lo spettatore a riflettere su come sia cambiato il modo di viaggiare nella modernità e nella post-modernità. Le fotografie dei Grand Tour ottocenteschi, le prime guide dei viaggiatori di inizio novecento, i diari di viaggio dei futuristi, la parabola della pubblicità dall ’illustrazione d’autore al kitsch, l’ironia della Pop-Art, i linguaggi contemporanei del video e dell’installazione, sono solo alcune delle sorprese dell’esposizione curata da Nicoletta Boschiero, Veronica Caciolli, Daniela Ferrari, Paola Pettenella, Alessandra Tiddia e Denis Viva. Il visitatore potrà ammirare fotografie e filmati in cui i luoghi esotici vengono presentati come un’occasione per riscoprirsi e allontanarsi dalla quotidianità, ma potrà notare anche l’altra faccia del turismo: la globalizzazione di massa e la trasformazione dell’individuo in folla. Fra le installazioni più affascinanti c’è “Tempo di Viaggio” il racconto per immagini del regista russo Andreij Tarkovsky che nel 1983 compì il suo Grand Tour accompagnato dal poeta e sceneggiatore Tonino Guerra. Un modo di viaggiare, quello di Tarkovsky e Guerra, che non cedeva alle tentazioni della memoria, ma che raccoglieva immagini per appropriarsi di se stessi e del mondo.

DOVE: MART ROVERETO –  Corso Bettini 43, Rovereto (TN)

Orari : Martedi – Domenica 10.00 – 18.00 – Venerdi 10.00 – 21.00 – Lunedi chiuso

Biglietti : Intero 11 € – Ridotto 7 €

Annunci

Posted by

Hello, my name is Sara and I'm the creator of TripOrTrek. The blog is born from my passion for travel. In my free time, I like discover new places. If you want to know my world, follow my adventures! ---------------------------------------------------------------------------------------------- Ciao, sono Sara, la creatrice di TripOrTrek. Il blog è nato dalla mia passione per i viaggi. Se vuoi conoscere il mio mondo, segui le mie avventure. ------------------------------------------------------------------------------------------------ I contenuti presenti sul blog TripOrTrek dei quali è autore il proprietario del blog non possono essere copiati,riprodotti,pubblicati o redistribuiti perché appartenenti all'autore stesso. E’ vietata la copia e la riproduzione dei contenuti in qualsiasi modo o forma. E’ vietata la pubblicazione e la redistribuzione dei contenuti non autorizzata espressamente dall’autore. Copyright © 2012 - 2018 TripOrTrek.blog by Sara Panizzon. All rights reserved.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.